Mossa a sorpresa del segretario di Stato americano Mike Pompeo che ora apre all'Iran col quale, ha detto gli Stati Uniti sono disposti  a parlare "senza precondizioni" ma ha anche sottolineato che gli Usa continueranno la loro campagna di pressione sulla Repubblica Islamica. "Siamo pronti a sederci" con i leader iraniani, ha sottolineato il capo della diplomazia americana dalla Svizzera, dove si trova per colloqui con il ministro degli Esteri elvetico Ignazio Cassis. Pompeo è in Europa insieme al presidente Trump che sarà in Gran Bretagna. E la Svizzera - come ricorda repubbica -è il paese “neutrale” che cura gli interessi degli Usa in Iran, visto che i due paesi da 40 anni non hanno rapporti diplomatici. Era da tempo che le due diplomazie, quella americana e quella iraniana, aveva riallacciato i contatti dopo la rottura del tavolo dell'accordo sul nucleare da parte di Trump.