Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Rosato boccia il suo “Rosatellum”: «Elezione diretta del presidente del Consiglio»

Rosato Rosatellum legge elettorale
Il presidente di Italia viva alla Camera dei Deputati conferma la linea di Renzi: «Abbiamo avuto un consenso dai cittadini, ci consideriamo alternativi a questo governo ma sosterremo i provvedimenti assunti negli interessi degli italiani»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«Il sistema istituzionale del Paese va cambiato: ci vuole l’elezione diretta del Presidente del Consiglio e la legge elettorale conseguente deve essere omologa a quella con cui scegliamo i sindaci. Siamo pronti a lavorare insieme per arrivarci». Lo scrive su Twitter il presidente di Iv, Ettore Rosato, postando una intervista a Il Tempo. La legge elettorale «va abrogata – risponde Rosato nell’intervista – e sostituita dalla legge per l’elezione dei sindaci. L’abbiamo perfino scritto nel programma elettorale».

Poi, parlando delle alleanze: «Oggi c’è soltanto un centro, una destra e una sinistra che con legittime posizioni diverse si confrontano. Abbiamo avuto un consenso dai cittadini, ci consideriamo alternativi a questo governo ma sosterremo i provvedimenti assunti negli interessi degli italiani. Di certo non ci sentiamo di fare l’opposizione assieme alla sinistra e al M5S».

 Governo Meloni, ecco i nomi dei possibili ministri. Matteo Salvini è in bilico

 L’assist di Tajani: «Salvini al Viminale? Forza Italia dice sì»

Ultime News

Articoli Correlati