Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Quirinale, Fratelli d’Italia su Crosetto. Coraggio Italia: «Draghi, Casini o Mattarella bis? Tutto è possibile» – LA DIRETTA

Quirinale
Mentre è in corso la terza votazione, i partiti continuano a trattare sul nome giusto per il Quirinale. Coraggio Italia: «Draghi, Casini o un Mattarella bis? Tutto è possibile»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«Da Draghi al Mattarella bis, passando da Casini, è tutto possibile». Lo ha detto Osvaldo Napoli, esponente di Coraggio Italia, nel corso della Maratona Mentana in onda su La7.

Quirinale, Fratelli d’Italia vota Crosetto

Fratelli d’Italia, secondo quanto si apprende, voterà il nome di bandiera Guido Crosetto alla terza votazione. La decisione è giunta al termine di una riunione svolta alla Camera. Il partito di Giorgia Meloni quindi non sceglie la “scheda bianca”, come intende fare il resto del centrodestra.

Quirinale, Toti è prudente

«Se ci sono le condizioni, io sono sempre per parlare con tutti. Al momento non mi pare che ci siano. Questo nuovo giro di schede bianche lascia a tutti qualche ora perché prevalgano dialogo e ragionevolezza». Lo ha detto il cofondatore di Coraggio Italia e governatore della Liguria, Giovanni Toti, parlando con i cronisti fuori da Montecitorio nel terzo giorno di votazioni per il Quirinale.

«Se ci sono nuovi nomi, credo che il centrodestra li analizzerà con attenzione. Capisco – ha aggiunto – che chi guarda da fuori cominci a vivere con qualche fastidio questo minuetto, però c’è da dire che il sistema di elezione del presidente della Repubblica comporta anche qualche giro di valzer a vuoto».

Quirinale, Renzi apre a Draghi

«Ho dato la disponibilità sia a Letta che a Salvini, se ci sarà, a partecipare come terzo polo» al vertice del centrosinistra e del centrodestra. «Non sarei così convinto che ci sarà, ma meglio farlo solo se si esce con un accordo o si fa una brutta figura». Lo dice Matteo Renzi, parlando in transatlantico alla Camera. «No». Matteo Renzi risponde secco a chi gli chiede se il nome di Mario Draghi per il Colle sia bruciato. «Oggi – spiega – come Italia Viva faremo una dichiarazione. Continuo a sperare si chiuda domani, se non domani sarà dopodomani. Qui c’è una partita complicata, il Paese vive un momento difficile, la situazione internazionale è grave». E nega di aver contrattato la presidenza del Senato qualora la Casellati fosse eletta presidente della Repubblica.

Quirinale, stasera il Pd riunisce i grandi elettori

Si terrà questa sera alle 21, secondo quanto si apprende, la riunione dei grandi elettori Pd.

Quirinale, no alla Casellati da parte di Italia viva

«Assolutamente no». La presidente di Italia viva, Teresa Bellanova, ha risposto così a chi le domandava se fosse vero che il suo partito sarebbe pronto a convergere su Elisabetta Casellati alla quarta votazione per il Quirinale. «Non ci possono essere pregiudiziali. La politica adesso non deve fare rose. È tempo di finirla con il teatrino – ha aggiunto lasciando la Camera -, bisogna parlarsi e individuare una soluzione, quella che più allarga il campo è la soluzione ideale. Proporre un nome? Noi non siamo la maggioranza, se c’è confronto e la voglia di individuare una soluzione unitaria non ci sottrarremo».

 

Ultime News

Articoli Correlati