Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

New York, archiviate le accuse di molestie sessuali contro Andrew Cuomo

New York
Andrew Cuomo si era dimesso ad agosto a causa delle accuse di molestie sessuali da parte di diverse donne. Ora il procuratore di New York chiude il caso
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Il procuratore distrettuale della contea di Albany ha annunciato che lascerà cadere l’accusa penale contro l’ex governatore di New York Andrew Cuomo di aver «toccato con la forza» una sua assistente nel 2020. La decisione di David Soares è arrivata tre giorni prima che l’ex governatore democratico comparisse in tribunale. Pur avendo definito la presunta vittima «cooperativa e credibile», il procuratore ha spiegato che «dopo aver esaminato tutte le prove disponibili abbiamo concluso che non possiamo proseguire il processo».

Quali erano le accuse contro l’ex governatore di New York

Nella denuncia non compare il nome della donna, che tuttavia si è identificata come Brittany Commisso, una delle assistenti di Cuomo. La giovane ha detto che l’ex governatore ha fatto scivolare la mano sulla sua camicetta e le ha afferrato il seno quando erano soli in un ufficio nella sua residenza alla fine del 2020. Cuomo si è dimesso ad agosto a causa delle accuse di molestie sessuali da parte di diverse donne. La testimonianza di Commisso è stata inclusa nel rapporto pubblicato ad agosto dalla procuratrice generale dello Stato, Letitia James, in cui si affermava che Cuomo ha molestato sessualmente 11 donne, dossier che ha poi portato al suo addio

Ultime News

Articoli Correlati