Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

La delusione dell’Aiga: «Più che decreto sostegno questo è il decreto briciole»

ANTONIO DE ANGELIS PRESIDENTE AIGA
Antonio De Angelis (presidente Aiga): «A buona parte dei liberi professionisti, ed in particolare degli Avvocati, arriverà un contributo di mille euro, il minimo previsto»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«L’Aiga, Associazione Italiana Giovani Avvocati, esprime profonda insoddisfazione per il testo del nuovo decreto legge c.d. “Decreto Sostegni” approvato ieri e recante misure urgenti anche a sostegno dei liberi professionisti». Inizia così il comunicato dei giovano avvocati, a commento del decreto Sostegni appena approvato.

Nell’occhio del ciclone, ovviamente, finiscono i ristori, giudicati troppo miseri i per la categoria forense. «Il provvedimento prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto per i soggetti titolari di partita IVA che abbiano subito perdite di fatturato tra il 2019 e il 2020 pari ad almeno il 30 per cento calcolato sul valore medio mensile, in base a cinque differenti percentuali per scaglioni di fatturato». In particolare, afferma il Presidente dell’Aiga, Antonio De Angelis: «Siamo molto delusi dal metodo di calcolo dei contributi.  Al di là di tanti giri di parole, il contributo è infatti pari al 5  per cento della perdita di fatturato tra il 2019 e il 2020.  A buona parte dei liberi professionisti, ed in particolare degli Avvocati, arriverà un contributo di mille euro, il minimo previsto. Più che il decreto sostegno questo è il decreto briciole. L’Aiga è pronta ad intraprendere forti iniziative di protesta», conclude il Presidente De Angelis

Ultime News

Articoli Correlati