Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

La proposta di Lancet: “Fare come la Cina, ridurre le libertà personali”

Secondo la rivista scientifica troppa "democrazia" limita la lotta al virus
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

L’Europa ha fatto ‘troppo poco e troppo tardi” per contenere l’epidemia del virus Sarà-CoV-2, a differenza della Cina che invece ha messo in atto “il più ambizioso agile e aggressivo sforzo mai visto nella storia” contro l’epidemia.

Lo scrive in un editoriale non firmato la rivista Lancet, che esorta i governi ad una azione più decisa anche sul fronte delle restrizioni alle libertà personali. Il successo della Cina, scrive la rivista, è dovuto soprattutto a un sistema amministrativo forte che può mobilitarsi in caso di minaccia, combinato con il pronto accordo della popolazione cinese ad obbedire a procedure di salute pubblica stringenti.

Anche se altre nazioni non hanno la politica basata sul comando e il controllo che ha la Cina – scrive la rivista -, ci sono delle lezioni importanti che i presidenti e i primi ministri possono imparare dall’esperienza cinese. I segni sono che queste lezioni non sono state apprese“.

Fino a questo momento, scrive sempre la rivista, le evidenze suggeriscono che lo sforzo colossale del governo cinese ha salvato migliaia di vite. I paesi ad alto reddito che ora affrontano l’epidemia devono prendere rischi calcolati e agire in maniera più decisa. Devono abbandonare la paura delle conseguenze economiche e politiche a breve termine che possono seguire la restrizione delle libertà personali come parte di misure di controllo più decise”.

Ultime News

Articoli Correlati