Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

La Raggi e la targa da inciampo

La sindaca di Roma ha piazzato la targa autocelebrativa in occasione della riapertura della galleria Giovanni XXIII
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Ripavimentare la Galleria Giovanni XXIII equivale per i grillini all’aver fatto qualcosa di straordinario. Lo scrivono sulla targa che, a memoria imperitura, è stata affissa all’ingresso per magnificare l’azione della sindaca Virginia Raggi.

La “manutenzione straordinaria”, dove l’aggettivo è evidentemente dedicato a Virginia e non alla manutenzione, sarebbe un dovere di qualsiasi amministrazione. Se tanto mi dà tanto, allora Rutelli avrebbe dovuto piazzare il suo busto fuor di galleria.  E’  un segno dei tempi.

A Roma il M5S è appena precipitato al 4%: cosa c’è meglio di una targa per far vedere che si è ancora vivi? Speriamo che in questa sbornia autocelebrativa non le venga il mente di usare lo stesso metodo per le buche faticosamente rattoppate. Manco fossero pietre da inciampo.

Ultime News

Articoli Correlati