Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Clima, vertice Onu: «Fare presto stiamo perdendo la gara». Trump prima diserta poi ci ripensa

Sul tavolo alcune questioni fondamentali: innanzitutto la riduzione delle emissioni inquinanti del 40-60% entro il 2030, lo stop alla costruzione di nuove centrali a carbone e il blocco totale dei finanziamenti per l'uso di combustibili fossili
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«Stiamo perdendo la gara», con queste parole preoccupanti del segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, si è aperto ieri a New York il Climate Action Change, vertice speciale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.

Un summit voluto fortemente dal palazzo di Vetro, al quale hanno partecipato 60 leader mondiali, e che ha preceduto la 74esima assemblea generale.

Si è trattato di un’occasione per fare il punto in vista di un altro importante appuntamento che invece si terrà a dicembre in Cile, la Conferenza delle Parti.

Sul tavolo alcune questioni fondamentali: innanzitutto la riduzione delle emissioni inquinanti del 40-60% entro il 2030, lo stop alla costruzione di nuove centrali a carbone e il blocco totale dei finanziamenti per l’uso di combustibili fossili. Guterres ha invitato a fare presto e perchè «basta guardare il moltiplicarsi dei disastri naturali con conseguenze sempre più devastanti. La siccità in Africa, oltre ad affliggere la popolazione locale, costringendola a spostarsi, alimenta i conflitti e il terrorismo. Assistiamo allo scioglimento dei ghiacciai, allo sbiancamento dei coralli, le catene alimentari sono messe a rischio».

Al Climate Action Summit, alla fine ha assistito anche il presidente Usa Donald Trump che non aveva fatto nulla per dimostrare tutto il suo disinteresse lasciando inizialmente il posto a Marcia Bernicat del Dipartimento di Stato.

Le posizioni del tycoon sono note, a partire dal ritiro dagli accordi sul clima di Parigi 2015. Trump ha già fatto sapere però quale sarà oggi il contenuto del suo discorso all’Assemblea generale: «Diremo che gli Stati Uniti sono il Paese più grande del mondo. Non siamo mai stati così forti e non siamo mai stati meglio.»

 

Ultime News

Articoli Correlati