Gli Stati Uniti hanno informazioni secondo cui i comandanti russi hanno ricevuto l'ordine di procedere con un'invasione dell'Ucraina, con i comandanti a terra che fanno piani specifici su come manovrare nei loro settori del campo di battaglia. A riferirlo il corrispondente specializzato in sicurezza nazionale di Cbs News, David Martin. Dopo settimane di avvertimenti sull'imminente invasione dell'Ucraina da parte della Russia, venerdì il presidente statunitense Joe Biden ha detto ai giornalisti di essere "convinto" che il presidente russo Vladimir Putin avesse preso la decisione di invadere l'Ucraina e ha affermato che gli Stati Uniti ritengono che le forze russe intendano attaccare nei "prossimi giorni". Il segretario di Stato Antony Blinken ha detto a "Face the Nation" che gli Stati Uniti credono che la Russia stia "andando avanti" con i piani di invasione, nonostante Mosca smentisca che tale azione sarà intrapresa. "Tutto quello che stiamo vedendo ci dice che la decisione che crediamo abbia preso il presidente Putin di invadere sta andando avanti", ha detto Blinken. La Russia ha ammassato circa 150.000 soldati, aerei da guerra ed equipaggiamenti sui tre confini dell'Ucraina, aumentando le tensioni con il paese vicino. Il ministro della Difesa della Bielorussia ha anche annunciato che la Russia estenderà le esercitazioni militari che si svolgeranno nel paese vicino ai confini settentrionali dell'Ucraina, che hanno portato un grande contingente di truppe russe in Bielorussia. In attesa di un attacco, gli Stati Uniti e altri alleati, in particolare Germania e Austria, hanno esortato i loro cittadini a lasciare il paese. Anche l'ambasciata degli Stati Uniti in Ucraina ha trasferito temporaneamente le sue operazioni da Kiev a Leopoli a causa dell'accelerazione dell'accumulo di forze russe. Mentre alti funzionari statunitensi hanno avvertito che la Russia è pronta a colpire l'Ucraina e il Pentagono ha inviato circa 5.000 soldati nell'Europa orientale per rafforzare le forze della Nato, l'amministrazione Biden continua a mantenere un'opzione diplomatica sul tavolo. Il presidente ha sottolineato che nessuna forza americana entrerebbe in Ucraina se la Russia invadesse. "Il mio lavoro come diplomatico è di non lasciare nulla di intentato e vedere se possiamo prevenire la guerra, e se c'è qualcosa che posso fare per farlo, lo farò", ha detto Blinken domenica. "Il presidente Biden ha chiarito che è pronto a incontrare il presidente Putin in qualsiasi momento, in qualsiasi formato, se ciò può aiutare a prevenire una guerra". Anche il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha invitato Putin a incontrarlo per lavorare per risolvere la crisi, ma ha anche criticato i leader occidentali riuniti sabato a una conferenza sulla sicurezza a Monaco di Baviera, sostenendo che non dovrebbero aspettare un attacco per colpire la Russia con sanzioni. L'amministrazione Biden ha avvertito che se Putin dovesse ordinare di attaccare l'Ucraina ci sarebbero pesanti conseguenze e Blinken ha detto domenica che "una volta che si attivano le sanzioni, si perde l'effetto deterrente. Finché c'è ancora un minuto di tempo in cui possiamo scoraggiare e prevenire una guerra, cercheremo di usarlo". Blinken ha aggiunto che gli Stati Uniti non vogliono dettagliare pubblicamente i loro piani, poiché "questo metterà in guardia la Russia". Il presidente russo Vladimir Putin, intanto, "ha comunicato al presidente francese la sua intenzione di ritirare le sue truppe dalla Bielorussia una volta che l’esercitazione in corso sarà completata", ha riferito l’Eliseo a proposito del colloquio telefonico tra Putin e il presidente francese Emmanuel Macron. «Le dichiarazioni delle autorità bielorusse non coincidono con le dichiarazioni di Vladimir Putin. Non crediamo a nulla fino a quando non lo abbiamo verificato", ha detto la presidenza francese a Bfmtv.