Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

“Crimea alla Russia e nuovo referendum”. Il piano di Elon Musk per la pace fa infuriare Zelensky

Elon Musk
Il patron di Tesla propone anche un nuovo referendum nel Donbass sotto la supervisione dell’Onu. Kiev attacca, il Cremlino esulta: "Iniziativa positiva"
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Elon Musk propone un “piano di pace” per l’Ucraina e manda Volodymyr Zelensky su tutte le furie. La proposta del numero 1 di SpaceX e Tesla – che ipotizza la Crimea russa e un nuovo referendum nel Donbass sotto la supervisione dell’Onu – ha provocato subito la reazione su Twitter del presidente ucraino.

«Quale Elon Musk preferite? Quello che sostiene l’Ucraina o quello che sostiene la Russia?», ha chiesto il presidente, proponendo un sondaggio che ha ottenuto quasi 2 milioni di voti, con una netta maggioranza a favore della prima opzione. «Sono assolutamente a favore dell’Ucraina, ma sono convinto che una drammatica escalation della guerra provocherà enormi danni all’Ucraina e al resto del mondo», ha replicato Musk, ricordando di aver messo adisposizione di Kiev la rete satellitare Starlink. «I costi sostenuti da SpaceX per rendere funzionante e sostenere Starlink in Ucraina si aggirano finora sugli 80 milioni di dollari. Il nostro impegno per la Russia ammonta a zero dollari. Ovviamente, siamo a favore dell’Ucraina- ha aggiunto Musk – ma cercare di riprendere la Crimea causerà un enorme numero di morti, il tentativo probabilmente fallirà e ci sarà il rischio di una guerra nucleare. Tutto questo sarebbe terribile per l’Ucraina e il mondo».

Leggi anche: Tra Ucraina e Russia nessun negoziato, Zelensky: «Impossibile trattare con Putin»

Toni ancora più aspri nei confronti del magnate sono stati usati da altri esponenti ucraini. Musk «sta cercando di legittimare i referendum farsa che sono andati in scena tra persecuzioni, esecuzioni di massa e tortura? Brutta strada – è stato il duro commento di Mikhailo Podolyak, consigliere di Zelensky – Le centinaia di migliaia di persone morte a Mariupol voteranno? Quelli finiti nei campi di concentramento? Elon Musk, lei crea razzi e sogna di colonizzare Marte. La Russia crea forni crematori mobili e sogna che l’Ucraina come nazione sparisca. Non è una questione di voto». «Coloro che propongono all’Ucraina di rinunciare alla sua gente e alla sua terra -presumibilmente per non ferire l’ego ferito di Putin o per salvare l’Ucraina dalla sofferenza – devono smettere di usare la parola “pace” come un eufemismo per “lasciare che i russi uccidano e stuprino migliaia di altri ucraini innocenti, e prendano altra terra”», ha dichiarato invece il ministro degli Esteri, Dmytro Kuleba.

Chi invece plaude all’iniziativa di Musk è il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, per il quale «il fatto di per sé è molto positivo». D’altra parte, ha aggiunto Peskov, citato dall’agenzia Tass, queste iniziative «si infrangono» contro le decisioni del governo ucraino come quella più recente che ha messo nero su bianco l’ «impossibilità di negoziare con il presidente russo, Vladimir Putin».

Ultime News

Articoli Correlati