Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Ucraina, spenta la centrale nucleare di Zaporizhzhya

Ucraina centrale nucleare Zaporizhzhya 
L'impianto è sotto tiro da settimane e Russia e Ucraina si incolpano a vicenda per l'escalation della situazione intorno alla struttura
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Mentre prosegue la controffensiva ucraina, funzionari di Kiev fanno sapere che la centrale nucleare di Zaporizhzhya è stata completamente disconnessa dalla rete elettrica ed è in fase di chiusura dopo che l’ultimo reattore, il numero sei, è stato spento. «È stato deciso di mettere il reattore numero sei nello stato più sicuro: lo stato freddo», ha annunciato l’autorità nucleare ucraina Enerhoatom, riferendosi al reattore finale dell’impianto. Nonostante gli avvertimenti internazionali, la più grande centrale nucleare d’Europa è sotto tiro da settimane e Russia e Ucraina si incolpano a vicenda per l’escalation della situazione intorno alla struttura.

Secondo Enerhoatom, l’impianto aveva già funzionato in «modalità isola» negli ultimi tre giorni, il che significa che stava producendo solo elettricità per la propria fornitura, poiché tutte le linee che lo collegavano alla rete elettrica ucraina erano state interrotte dai bombardamenti. Ieri sera è stata ripristinata la linea alla rete elettrica. Si è quindi deciso di alimentare la centrale nucleare attraverso questa linea e di spegnere l’ultimo reattore funzionante e raffreddarlo fino a uno stato freddo sicuro.

Ultime News

Sponsorizzato

Articoli Correlati