Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Assorbenti gratis per legge: la Scozia è il primo paese al mondo

La norma entra in vigore: un’app aiuta le persone a trovare il luogo più vicino, come la biblioteca locale o il centro sociale, dove poter ritirare i prodotti
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

In Scozia è entrata in vigore una legge che garantisce la disponibilità gratuita di prodotti per le mestruazioni a chiunque ne abbia bisogno. Il governo scozzese ha dichiarato di essere il primo al mondo a tutelare legalmente il diritto all’accesso gratuito ai prodotti per le mestruazioni con l’entrata in vigore del Period Products Act.

In base alla nuova legge, le scuole, i college e le università, così come gli enti locali, devono rendere disponibile gratuitamente nei loro bagni una serie di prodotti per le mestruazioni, come gli assorbenti. Il governo scozzese aveva già investito milioni di sterline dal 2017 per finanziare la fornitura gratuita di prodotti per le mestruazioni negli istituti scolastici, ma ora questa è un obbligo di legge.

Un’applicazione per cellulari aiuta le persone a trovare il luogo più vicino, come la biblioteca locale o il centro sociale, dove poter ritirare i prodotti per le mestruazioni. «Fornire l’accesso a prodotti mestruali gratuiti è fondamentale per l’uguaglianza e la dignità, e rimuove le barriere finanziarie che impediscono l’accesso a tali prodotti», ha detto la Segretaria scozzese per la Giustizia sociale Shona Robison. «Questo è più importante che mai in un momento in cui le persone stanno facendo scelte difficili a causa della crisi del costo della vita e non vogliamo mai che qualcuno si trovi nella condizione di non poter accedere ai prodotti per le mestruazioni», ha aggiunto.

La proposta di legge, che è stata approvata all’unanimità nel 2020, è stata introdotta dalla legislatrice del Parlamento scozzese Monica Lennon, che ha condotto una campagna contro la «povertà mestruale». Lennon ha twittato: «Siamo orgogliosi di ciò che abbiamo ottenuto in Scozia. Siamo i primi ma non saremo gli ultimi». L’anno scorso il governo neozelandese ha dichiarato che tutte le scuole del Paese avrebbero offerto prodotti mestruali gratuiti, nell’ambito di un’iniziativa volta ad aiutare gli studenti delle famiglie più povere che perdevano la scuola.

Ultime News

Sponsorizzato

Articoli Correlati