Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Putin accusa: «Gli Usa vogliono prolungare la guerra: ucraini come carne da cannone»

Putin blocco gas
La visita a Taiwan? Una «provocazione pianificata». Per il presidente russo i paesi occidentali «hanno bisogno di conflitti per mantenere la propria egemonia»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Gli Stati Uniti stanno cercando di «prolungare» il conflitto in Ucraina. Lo ha affermato il presidente russo, Vladimir Putin, in un discorso ai partecipanti della 10ma conferenza sulla sicurezza internazionale a Mosca. Putin, riportano le agenzie di stampa russe, ha nuovamente osservato che la decisione di condurre un’ «operazione militare speciale» in Ucraina è stata presa nel pieno rispetto della Carta delle Nazioni Unite. «Gli obiettivi di questa operazione sono definiti chiaramente: garantire la sicurezza della Russia e dei nostri cittadini e proteggere gli abitanti del Donbass dal genocidio», ha spiegato. Secondo Putin, inoltre, gli Stati Uniti «hanno preparato per il popolo ucraino un futuro da carne da cannone».

I paesi occidentali «hanno bisogno di conflitti per mantenere la propria egemonia». Per questo hanno «destinato il popolo ucraino ad essere usato come carne da cannone», ha aggiunto il presidente russo. I paesi occidentali «stanno cercando con tutte le loro forze di mantenere l’egemonia e il potere che sta sfuggendo loro di mano, stanno cercando di mantenere paesi e popoli nella morsa di un ordine neocoloniale». «La loro egemonia significa stagnazione per il mondo intero, per l’intera civiltà, oscurantismo e abolizione della cultura, totalitarismo neoliberista», ha aggiunto Putin.

Secondo Putin anche la recente visita a Taiwan della speaker della Camera degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, è stata «una provocazione pianificata» dagli Usa. «Di recente gli Stati Uniti hanno cercato ancora una volta deliberatamente di aggiungere benzina sul fuoco e fomentare la situazione nella regione Asia-Pacifico. L’avventura americana contro Taiwan non è solo il viaggio di un singolo politico irresponsabile, ma fa parte del una strategia americana mirata e consapevole per destabilizzare e caoticizzare la situazione nella regione e nel mondo, una sfacciata dimostrazione di mancanza di rispetto per la sovranità degli altri paesi e per i loro obblighi internazionali. Consideriamo questa una provocazione attentamente pianificata», ha detto Putin.

Ultime News

Sponsorizzato

Articoli Correlati