Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

«Le donne afgane non hanno né voce, né diritti: non abbandonatele». Parla Angiza Nasiree

8 marzo. Intervista alla giurista afgana rifugiata in Canada nell'ambito dell'iniziativa del Cnf "Voci delle donne in guerra"
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«In Afghanistan alle donne non è ancora permesso andare a lavorare. Soltanto a una minima parte di loro, in alcuni settori specifici che sono quello sanitario e dell’istruzione, è stato concesso ma purtroppo non è una situazione generalizzata in tutto il paese. Le altre donne che sono dipendenti statali, incluse le mie colleghe al Ministero degli Esteri, non hanno il permesso di andare in ufficio e riprendere a lavorare». Parla Angiza Nasiree, giurista afgana rifugiata in Canada, che ha condiviso la sua testimonianza nell’ambito dell’iniziativa del Cnf “Voci delle donne in guerra” per la Giornata internazionale della donna.

 

Ultime News

Articoli Correlati