Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

«D’Alema torna nel Pd? Alt, facciamolo decidere al congresso»

D'Alema
Andrea Marcucci stempera gli entusiasmi di Massimo D'Alema: «Gli elettori non hanno mai amato un Pd troppo spostato a sinistra, più simile ai Ds o Pds»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«Se D’Alema e la “ditta” devono tornare nel Pd facciamolo decidere ai militanti: facciamo il congresso». Lo ha detto in una intervista a “Repubblica” l’ex capogruppo del Pd Andrea Marcucci. «Ho detto in tempi non sospetti, torni il Pd della vocazione maggioritaria, con D’Alema ma anche con uguale apertura all’area liberale e riformista. Chiedo a Letta di non assecondare questa scelta in silenzio, facciamo decidere i nostri sostenitori, con un congresso».

«La prima reazione del segretario, voglio dirlo perché non accade spesso, mi è molto piaciuta. Ora aspetto, dopo l’elezione del capo dello Stato, la convocazione di un congresso del Pd – ha aggiunto – Gli elettori non hanno mai amato un Pd troppo spostato a sinistra, più simile ai Ds o Pds. Il Pd o è quello del Lingotto, o semplicemente torna ad essere una riedizione del passato, che ha poco senso».

A proposito di D’Alema, Marcucci ha evidenziato che «se decidi di tornare sui tuoi passi, sarebbe auspicabile un po’ più di sobrietà, sei pur sempre reduce da un’avventura politica fallimentare come è stata Articolo 1. Va bene tutto, ma che ci insegni come si fa, anche no. Per quanto mi riguarda, non sono rancoroso di carattere, purché ci sia un serio ripensamento».

Ultime News

Articoli Correlati