Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Concorso in magistratura, 500 posti a bando. Tra le novità: iscrizione tramite Spid

parole di giustizia
«Per la presentazione delle domande i candidati dovranno identificarsi tramite Spid di secondo livello e provvedere al pagamento dei diritti di segreteria con la modalità PagoPA»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale in bando di concorso a 500 posti di magistrato ordinario indetto il primo dicembre dal ministero della Giustizia. «Per la presentazione delle domande i candidati dovranno identificarsi tramite Spid di secondo livello e provvedere al pagamento dei diritti di segreteria con la modalità PagoPA», si legge nella nota diramata da via Arenula.

«I candidati per poter partecipare alla procedura concorsuale dovranno essere in regola con il pagamento di un diritto di segreteria, pari a 50 euro, introdotto dal Legislatore quale contributo per l’organizzazione delle prove concorsuali. Tale contributo non è rimborsabile.Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del bando», recita la nota. «Il versamento del diritto di segreteria deve avvenire prima dell’invio della domanda di partecipazione, entro la scadenza dei termini»

La vera novità introdotta nella procedura è l’identificazione tramite Spid di secondo livello. La domanda non dovrà essere «registrata, stampata, firmata, scansionata ed inviata ma soltanto compilata, registrata ed inviata. Non occorre firma autografa». La domanda di partecipazione dovrà essere inviata esclusivamente per via telematica entro il 10 gennaio 2022.

Intanto sono ancora in corso le correzioni del concorso da 320 posti del luglio scorso.

Ultime News

Articoli Correlati