Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Proteste no green pass, vietato manifestare in aree urbane sensibili

green pass
Il ministro Lamorgese ha scritto ai prefetti una circolare secondo la quale sarà vietato manifestare contro il green pass in alcune zone della città.
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

I prefetti dovranno individuare «specifiche aree urbane sensibili, di particolare interesse per l’ordinato svolgimento della vita della comunità, che potranno essere oggetto di temporanea interdizione allo svolgimento di manifestazioni pubbliche per la durata dello stato di emergenza, in ragione dell’attuale situazione pandemica». Lo scrive il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, in una circolare inviata in serata a tutti i prefetti.

La direttiva precisa che le “restrizioni” potranno essere «valide anche per manifestazioni su altri temi». C’è, si legge, «diritto al dissenso ma vi sono elevate criticità per l’ordine pubblico», si sottolinea nella direttiva, che chiama i “prefetti” a individuare i “luoghi interdetti alle manifestazioni” da cui deriva un “potenziale pericolo per l’aumento dei contagi”.

«Sulla base delle determinazioni adottate dai prefetti, i questori eserciteranno i poteri previsti dall’articolo 18 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e delle connesse disposizioni regolamentari provvedendo ad adottare, laddove necessario, i divieti e le prescrizioni riguardanti lo svolgimento delle manifestazioni preavvisate – si precisa nella direttiva -. Laddove gli stessi questori non ravvisino esigenze impeditive, potranno adeguatamente modulare, per le aree diverse da quelle individuate come sensibili, l’esercizio del loro potere prescrittivo e confermativo in ragione di considerazioni fattuali, di tempo e di luogo, o di altre rilevanti circostanze quali il coinvolgimento nella manifestazione di un numero elevato di partecipanti».

Serrachiani difende il ministro Lamorgese

«Attraverso il ministro dell’Interno lo Stato ha preso posizione in difesa di interessi, salute e diritti di tutta la comunità nazionale, inclusi coloro che sono contro vaccini e green pass. Stridono e sono fuori dalla realtà gli attacchi di Salvini al ministro Lamorgese sul divieto di manifestare, richiesto esplicitamente dai suoi governatori e sindaci». Lo dichiara la presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani, rispondendo al leader della Lega Matteo Salvini che ha accusato la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese di non essere in grado di fare il suo lavoro «se vietiamo le manifestazioni».

Ultime News

Articoli Correlati