Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

In Germania esplode la pandemia dei no-vax. Merkel: “Ora restrizioni”

L'allarme del ministro della salute: "Attualmente stiamo vivendo principalmente una pandemia di non vaccinati ed è enorme"
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

In Germania si sta assistendo a una «pandemia di non vaccinati» ed «è enorme». Lo ha detto il ministro della Salute tedesco, Jens Spahn, auspicando che il governo metta in atto misure più severe per contrastare la diffusione di Covid-19 e in particolare attui restrizioni nei luoghi pubblici. «Attualmente stiamo vivendo principalmente una pandemia di non vaccinati ed è enorme», ha avvertito Spahn incontrando i giornalisti. «In alcune regioni della Germania i posti letto per la terapia intensiva si stanno di nuovo esaurendo», ha aggiunto. Nelle ultime 24 ore in Germania si sono registrati 20.398 nuovi casi e 194 persone sono morte per complicanze riconducibili a Covid, secondo quanto ha reso noto il Robert Koch Institute, incaricato di monitorare l’andamento della pandemia nel Paese. Oltre il 66% della popolazione tedesca è vaccinata, ma a preoccupare Spahn è il fatto che un numero considerevole di persone di età compresa tra i 18 e i 59 anni non lo sia. La Germania, il Paese più popoloso d’Europa con circa 83 milioni di persone, nelle ultime settimane è alle prese con una quarta ondata di contagi. Il tasso dei casi su 7 giorni ha raggiunto i livelli più alti da maggio.

Angela Merkel è a favore di «forti limitazioni» per i non vaccinati in Germania. A fronte dell’aumento dei contagi giornalieri, la cancelliera si è espressa a favore della linea dure nei confronti di chi non accetta di vaccinarsi contro il Covid. Lo afferma l’emittente Ntv, riferendo le parole di Merkel pronunciate durante una riunione dei vertici della Cdu. In particolare, la cancelliera si è detta «molto preoccupata» per la crescita «esponenziale» delle nuove infezioni da coronavirus. Tra le misure ipotizzate, i tamponi giornalieri sul posto di lavoro. I Laender in cui si registrano i maggiori balzi nei contagi sono la Turingia, la Sassonia e la Baviera, dove si segnalano incidenze di contagio tra i 280 e 306 casi su 100 mila abitanti nei sette giorni. Questo mentre in Germania la campagna vaccinazione mostra da tempo un notevole rallentamento: attualmente ha ricevuto una completa vaccinazione il 66,7% della popolazione tedesca.

Ultime News

Articoli Correlati