Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Falsi green pass su Telegram, sequestri in tutta Italia

Green pass, il ministro Bianchi: «Lo controlleranno i presidi»
Sequestrati 32 canali Telegram, dov'era possibile scaricare falsi green pass Covid. L'operazione della polizia di Stato si chiama "Fake Pass".
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«Ciao, ti spiego brevemente come funziona. Attraverso i dati che ci fornisci (nome e cognome, residenza, codice fiscale e data di nascita) una dottoressa nostra collaboratrice compila un certificato vaccinale e (quindi sì, risulti realmente vaccinato per lo Stato) e da lì in green pass». È uno dei messaggi inviati a ignari utenti da un gruppo di truffatori al centro dell’operazione «Fake Pass» della Polizia di Stato contro il commercio online dei passaporti sanitari.

Falsi green pass su Telegram

Gli investigatori del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni di Roma, Milano e Bari, con il coordinamento delle Procure della Repubblica presso i Tribunali di Roma, Milano e dei minorenni di Bari, nella giornata di oggi, hanno eseguito perquisizioni e sequestri nei confronti degli amministratori di 32 canali Telegram responsabili della vendita di green pass Covid-19 falsi.

Ultime News

Articoli Correlati