Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Via libera al decreto sul Green pass: per i docenti è obbligatorio

Dopo 5 giorni senza pass per i professori di scuola e università scatta la sospensione dal lavoro e lo stop alla retribuzione
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legge con le norme sul green pass che prevede l’obbligo per docenti e personale della scuola. Professori e personale di scuola e università che non si doteranno di green pass saranno considerati assenti ingiustificati: a decorrere dal quinto giorno di assenza «il rapporto di lavoro è sospeso e non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento».

«Nell’anno scolastico 2021-2022, al fine di assicurare il valore della scuola come comunità e di tutelare la sfera sociale e psico-affettiva della popolazione scolastica, sull’intero territorio nazionale, i servizi educativi per l’infanzia e l’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado sono svolti in presenza. Le attività didattiche e curriculari delle Università sono svolte prioritariamente in presenza». Resta l’obbligo di mascherine, fatta eccezione per i bambini di età inferiore ai sei anni, per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso dei predetti dispositivi e per lo svolgimento delle attività sportive e il distanziamento.

Fino al 31 dicembre 2021i Presidenti delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano e i Sindaci, «possono derogare, per specifiche aree del territorio o per singoli istituti, alle disposizioni di cui al comma 1 esclusivamente in zona rossa o arancione e in circostanze di eccezionale e straordinaria necessità dovuta all’insorgenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus o di sue varianti nella popolazione scolastica».

Ultime News

Articoli Correlati