Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Salvini folgorato da Draghi: «Mi ha conquistato»

Dopo i primi mesi di convivenza difficile con l'ex presidente della Bce, Matteo Salvini confessa alla Stampa il suo debole per il premier
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Il premier Mario Draghi «mi piace». Dopo i primi mesi di convivenza difficile con l’ex presidente della Bce, Matteo Salvini confessa alla Stampa il suo debole per il premier. «Non lo conoscevo e in effetti mi ha conquistato. Ha un nome, autorevolezza e personalità. È pratico, sa quello che dice, non ha bisogno di discorsi di due ore come capitava a Conte. È abituato a risolvere le cose», spiega il leader della Lega, probabilmente soddisfatto per la “bacchettata” di Draghi a Enrico Letta, colpevole di aver avanzato una proposta di tassazione alle grandi successioni senza essersi preventivamente confrontato con la maggioranza. I tempi delle guerre sul coprifuoco e delle riforme da rimandare alla prossima legislatura, per Salvini, sono dunque alle spalle, il premier è riuscito a vincere le resistenze del Carroccio.

Quanto poi all’ipotesi di spedire il presidente del Consiglio al Quirinale a febbraio, che tanto aveva infastidito Draghi, Salvini assicura: «Non lo tiro più per la giacchetta. Per ora presidente del Consiglio. Ma il Colle è più un problema per Pd e 5 Stelle, mi pare di capire che i democratici di candidati ne abbiano uno per corrente», sottolinea.

Ultime News

Articoli Correlati