Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Costa: dal Pd “attenuanti” ai pm ritardatari. Bazoli: «Meno battute, si informi meglio»

Il deputato di Azione contro l'emendamento dem che concede lo sconto di pena per gli imputati che subiscono un processo troppo lungo
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«Un emendamento del Pd al ddl penale prevede che se il processo dura un tempo irragionevole non c’è più prescrizione, ma il condannato ha diritto a uno sconto di pena. Così i magistrati ritardatari avranno la coscienza a posto e se la prenderanno ancora più comoda. Si chiamerà ’attenuante democratica». È quanto scrive sul suo profilo Twitter Enrico Costa, deputato e responsabile Giustizia di Azione. Parole alle quali ha prontamente replicato Alfredo Bazoli, capogruppo del Pd in Commissione Giustizia. «Quella che l’onorevole Costa, con sufficienza, definisce “l’attenuante democratica”, è un rimedio alla eccessiva durata del processo che riduce la pena al condannato sul presupposto che un processo troppo lungo è esso stesso una anticipazione della pena. Un principio civile, che non per caso esiste e funziona in paesi civilissimi come la Germania e la Spagna. E che non è in conflitto con l’estinzione del processo se la durata diventa eccessiva, come prevede la proposta del partito democratico. L’onorevole Costa dovrebbe fare meno battute e studiare un po’ di più».
Ma la controreplica non si è fatta attendere: «Accolgo l’invito del collega Bazoli a studiare di più. Comincio dagli atti parlamentari: e scopro che lui ed il suo partito si erano scagliati -con interventi durissimi- contro lo stop alla prescrizione quando erano avversari dei 5 Stelle. Oggi che sono al guinzaglio del M5S invece lo difendono, inventandosi fantasiosi rimedi sulla pelle dei cittadini. Conto di pubblicare al più presto l’esito degli studi a cui mi invita Bazoli, così sarà evidente a tutti la piroetta democratica».

Ultime News

Articoli Correlati