Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Formazione giudiziaria europea, nuovi corsi gratuiti per gli avvocati

Ecco il nuovo programma formativo del progetto HELP del Consiglio d'Europa, promosso dal Consiglio Nazionale Forense insieme al CCBE
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

La Commissione europea ha adottato negli scorsi mesi un nuovo pacchetto di misure per la formazione giudiziaria, che comprende, tra l’altro, la nuova strategia europea di formazione giudiziaria per il 2021-2024 e il lancio della Piattaforma europea di formazione (ETP) in cui è già possibile visualizzare, in via sperimentale, le iniziative formative di livello europeo.

La formazione di tutti i professionisti della giustizia sul diritto dell’UE è uno strumento essenziale per garantire la corretta ed efficace applicazione del diritto dell’UE, per promuovere la fiducia reciproca nei procedimenti transfrontalieri e per sostenere l’attuazione dei valori e dei principi dell’UE, come lo Stato di diritto. L’inclusione degli avvocati tra i soggetti destinatari dei progetti di formazione dell’Unione Europea non era affatto scontata, ed implica il riconoscimento della rilevanza pubblicistica e dell’importanza della loro attività. Il Consiglio Nazionale Forense, per il tramite della delegazione presso il CCBE, ha intensificato la collaborazione istituzionale e, negli scorsi giorni, è stata diffusa una Circolare che annuncia nuovi corsi del progetto HELP del Consiglio d’Europa accreditati per la formazione continua. I corsi, tutti in lingua italiana, sono scritti da giuristi della Corte EDU.

Sei corsi sono accessibili attraverso la registrazione alla piattaforma, in modalità “self learning” e asincrona, ovverosia da remoto e con la possibilità di scegliere liberamente i tempi e i modi della fruizione (si tratta di una opzione utile, per esempio, per chi ha particolari impegni familiari o lavorativi). I corsi hanno ad oggetto le seguenti tematiche e sono accessibili, registrandosi in fase di primo accesso con la password CNF2020, ai link di seguito trascritti:

Sempre nell’ambito del programma HELP – Human rights Education for Legal Professionals del Consiglio d’Europa sono stati pubblicati i bandi pubblici di selezione, per l’anno 2021, di tre nuovi corsi a distanza per avvocati con tutor, sulle seguenti tematiche:

  • Principi chiave dei diritti umani in biomedicina (bioetica e biomedicina)   
  • Criteri di ricevibilità dei ricorsi avanti alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo   
  • Violenza contro le donne e violenza domestica 

I Corsi HELP del Consiglio d’Europa hanno l’obiettivo di migliorare la conoscenza della Convenzione europea per i diritti dell’uomo (CEDU) e degli altri strumenti del Consiglio d’Europa (quali la Carta sociale europea e altre convenzioni relative a tematiche attuali, come la protezione dei dati, la violenza contro le donne o la bioetica), nonché di migliorare la conoscenza del sistema giuridico dell’Unione Europea ivi inclusi la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea e la giurisprudenza della Corte di giustizia dell’Unione Europea.Gli obiettivi del programma HELP e, più in generale, quelli della strategia di formazione giudiziaria europea coincidono con quelli del Codice Deontologico Forense, il cui art. 1 comma 2, come noto, prevede che “L’avvocato, nell’esercizio del suo ministero, vigila sulla conformità delle leggi ai principi della Costituzione e dell’Ordinamento dell’Unione Europea e sul rispetto dei medesimi principi, nonché di quelli della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, a tutela e nell’interesse della parte assistita”.

Tutti i corsi sono gratuiti per i partecipanti e non implicano oneri economici aggiuntivi per il CNF. Per maggiori informazioni, clicca qui.

 

*di Giovanni Pansini, Avvocato del Foro di Trani, componente la Commissione  per l’Accreditamento della Formazione Continua presso il CNF ed esperto per la Delegazione Italiana al Comitato Training del CCBE

Ultime News

Articoli Correlati