Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Minacce a Renzi: in Senato arriva una busta con due bossoli

renzi
L'ira di Italia Viva: «Il clima d’odio di questi giorni contro Renzi dimostra che siamo all’imbarbarimento della politica»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Proiettili in una busta. È questa la minaccia diretta a Matteo Renzi, al quale – secondo alcune fonti parlamentari – è stata recapitata in Senato una busta contenente due bossoli. La notizia ha scatenato subito reazioni di sdegno tra i parlamentari di Italia Viva, raccogliendo messaggi di solidarietà bipartisan sui social. «Una minaccia spaventosa che mi auguro venga condannata con fermezza da tutti. È il momento di dire basta a questa politica intrisa di violenza e odio. Matteo, siamo al tuo fianco, con forza e orgoglio. Non ci faremo intimidire», scrive su Facebook la viceministra Teresa Bellanova. Mentre Luciano Nobili, deputato di Italia Viva, su Twitter esprime «tutta la mia vicinanza e il mio affetto a Matto Renzi per il gravissimo atto intimidatorio di cui è stato vittima oggi. Nessuno si stupisca: la costante, pervicace campagna di odio nei confronti suoi e di Italia Viva rischia di produrre minacce simili. So che Matteo non si farà fermare, ma spero davvero di leggere parole di condanna e i solidarietà di tutti». «Il clima d’odio di questi giorni contro #Renzi dimostra che siamo all’imbarbarimento della politica e del dibattito pubblico e i bossoli dimostrano che dalle parole d’odio è facile passare ai fatti. Caro Matteo, sempre a testa alta, non ci fanno paura, non ci arrenderemo mai», accusa il capogruppo di Iv al Senato, Davide Faraone.

Alle parole dei renziani si uniscono anche i dem, attraverso il messaggio inviato dal capogruppo del Pd al Senato, Andrea Marcucci: «A nome mio personale e di tutto il gruppo Pd del Senato esprimo grande solidarietà al senatore Renzi, vittima di un gesto folle. L’odio deve essere totalmente bandito dal linguaggio della politica». «La mia solidarietà al senatore Matteo Renzi per la gravissima intimidazione di cui è stato fatto oggetto. La condanna unanime di episodi di violenza e intolleranza è il primo anticorpo che la democrazia deve contrapporre a chi tenta di bloccare il confronto civile tra idee e posizioni diverse», dichiara invece il senatore di Forza Italia Renato Schifani, consigliere politico di Silvio Berlusconi.

Ultime News

Articoli Correlati