Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Dl Migranti, bagarre in Aula, la Lega grida «Onestà»

Il Carroccio torna a mettere in discussione la legittimità dell’apposizione della fiducia da parte del governo sul decreto
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«Onestà, onestà». È il coro intonato dai senatori leghisti nell’Aula del Senato, mentre si sta votando la richiesta di rettifica del resoconto dei lavori della seduta di ieri, richiesta avanzata dalla Lega che torna a mettere in discussione la legittimità dell’apposizione della fiducia da parte del governo sul decreto Migranti.

 

 

 

Dopo le proteste e la bagarre scoppiata ieri nell’emiciclo, sfociata poi nell’occupazione dell’Aula da parte dei senatori leghisti, e dopo la conferenza dei capigruppo che ha stabilito il timing del voto di fiducia oggi, la Lega con il capogruppo massimiliano Romeo prima e con Roberto Calderoli poi, ha chiesto di rettificare il verbale della seduta di ieri in quanto, a loro dire, la modalità con cui il governo ha posto la fiducia ieri non è corretta e, quindi, «se si dovesse approvare il resoconto così com’è si commetterebbe un falso in atto pubblico», ha spiegato Calderoli. Tuttavia, dopo un pò di tensione, l’Aula si è espressa con un voto che ha respinto la richiesta leghista. Subito dopo il voto nuove proteste hanno costretto la presidente di turno, Anna Rossomando, a sospendere la seduta.

Ultime News

Articoli Correlati