Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

“Il carcere deve essere abolito”. Obiettivo 2040…

C’è chi lo immagina senza sbarre e chi teme che sarà sempre peggio: e se tra vent’anni, invece, il carcere non esistesse più?
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

“Il carcere, così com’è, deve essere abolito” (Gherardo ColomSbo)

“A Santa Maria Capua Vetere, hanno costruito il carcere accanto alla discarica: i rifiuti e i rifiuti sociali. Non voglio più questo…” (Samuele Ciambriello)

Fissare una data, una finestra temporale comune – come appunto il 2040 – è, metodologicamente, il primo passo per costruire una visione alternativa al carcere. Esplicitare il contributo che ogni attore sta dando per superare il modello attuale sviluppa logiche di rete e aiuta a passare all’individuazione delle azioni necessarie per costruire quanto immaginato.

Il tour de Il Dubbio e di Roberto Sensi è seguito da Spoiler, un think tank di futuristi, che mette a disposizione i suoi metodi di previsione sociale (Futures Studies) per provare a immaginare come sarà il futuro del carcere.

*servizio a cura di Lorem Ipsum

Ultime News

Articoli Correlati