Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Confessioni di un premier: “Contento se tornerò a fare l’avvocato”

Conte prova a smentire le voci che lo vorrebbero alla guida di un suo partito e rispolvera la toga da avvocato
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

“Io ho iniziato questa esperienza quando avevo altre occupazioni (l’avvocato ndr). Lo dico a tutti quelli che elaborano sondaggi, lo dico ai compagni di viaggio”, che “sarò contentissimo se tornerò a fare quello che facevo”.

Inizia così la conferenza stampa di Conte di villa Pamphilj. Inizia, in questi giorni di chiacchiere sulle coalizioni a venire, sul futuro del premier. Forte del gradimento degli italiani e capace di resistere a due maggioranze molto diverse tra loro, il premier Conte – l’avvocato del popolo – prova a smentire le voci che lo vorrebbero alla guida di un suo partito rifugiandosi nel suo studio di avvocato.

In realtà Conte ha sempre dichiarato che il suo impegno in politica non era una semplice parentesi ma una scelta per certi aspetti irreversibile. Staremo a vedere

Ultime News

Articoli Correlati