Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Orban punisce i transgender: vietato il cambio di genere nello stato civile

La battaglia del presidente ungherese contro i trans che ora temono una nuova ondata di discriminazioni e suicidi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

L’Ungheria ha vietato la registrazione del cambiamento di sesso nello stato civile e il riconoscimento giuridico dell’identità di genere delle persone transgender. Un emendamento legislativo, che definisce il genere per “sesso biologico basato sulla nascita e sul genoma”, è stato approvato dal parlamento, che per due terzi è controllato dal leader sovranista, Viktor Orban.

D’ora in avanti in Ungheria i transgender e i intersessuali non potranno modificare i documenti di identità cambiando nome e la propria identità di genere.  “È scandaloso che il Parlamento abbia deciso di adottare questa odiosa legge in contrasto con le preoccupazioni sollevate da decine di organizzazioni della società civile e organizzazioni internazionali, tra cui il Consiglio d’Europa, il Parlamento europeo e vari organi Onu, ha affermato Tamas Dombos, membro del Consiglio di amministrazione dell’Alleanza ungherese Lgbt: “Utilizzeremo ogni via legali e per contestare questa legge nei tribunali ungheresi e internazionali”.

Tina Korlos Orban, vice presidente del gruppo di difesa Transvanilla Transgender Association, ha dichiarato alla Thomson Reuters Foundation: “Non abbiamo parole per descrivere ciò che proviamo.”Le persone che non hanno avuto pensieri suicidi da decenni ormai le stanno avendo. Le persone sono nel panico, vogliono fuggire dall’Ungheria da qualche altra parte dove possono ottenere il riconoscimento di genere “.

Le persone transessuali temono che si verifichino discriminazioni e peggio quando devono presentare documenti ufficiali. La legislazione ora spetta al presidente Janos Ader, anch’egli membro di Fidesz, da firmare in legge. Gli attivisti per i diritti umani affermano che cercheranno di convincerlo a non farlo. La maggior parte dei paesi dell’Unione europea consente di modificare i documenti ufficiali in modo che corrispondano all’identità di genere, secondo il gruppo di campagna Transgender Europe .

Ultime News

Articoli Correlati