Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Il Papa: “Prego per chi ha subito una sentenza ingiusta”

Nel giorno dell'assoluzione del Cardinale Pell Francesco cita la persecuzione di Gesù da parte dei dottori della legge
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Introducendo la messa del mattino a Casa Santa Marta, riportata da Vatican News, il Papa legge un’antifona tratta dal Salmo 26: “Non consegnarmi in potere dei miei nemici; contro di me sono insorti falsi testimoni, gente che spira violenza”

Quindi aggiunge: “In questi giorni di Quaresima abbiamo visto la persecuzione che ha subito Gesù e come i dottori della Legge si sono accaniti contro di lui: è stato giudicato sotto accanimento, con accanimento, essendo innocente. Io vorrei pregare oggi per tutte le persone che soffrono una sentenza ingiusta per l’accanimento”.

E’ di oggi la notizia del proscioglimento, all’ultimo grado della giustizia australiana, del cardinale George Pell, ex prefetto della Segreteria per l’Economia della Santa Sede, che stava scontando una condanna a 6 anni per abuso su minori.

Ultime News

Articoli Correlati