Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Stop udienze fino all’11 maggio. Il governo decide

La misura è inserita in uno dei decreti sul tavolo del Consiglio dei ministri appena iniziato a palazzo Chigi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Proroga dello stop alle udienze, salvo i casi di urgenza non differibili, fino all’11 maggio per far fronte all’emergenza Coronavirus. La misura è inserita in uno dei decreti sul tavolo del Consiglio dei ministri appena iniziato a palazzo Chigi. Originariamente la sospensione era prevista fino al 15 aprile.

La sospensione prevedeva il rinvio delle udienze e la sospensione dei termini nei procedimenti civili e penali su tutto il Paese, compresi i termini di durata massima delle misure cautelari e il corso della prescrizione. Previste per via telematica le notificazioni e le comunicazione in ambito penale, attraverso il Sistema di Notificazioni e Comunicazioni telematiche penali. Per gestire il notevole carico di lavoro delle cancellerie per le comunicazioni e le notificazioni dei provvedimenti di rinvio (o degli altri provvedimenti previsti dai decreti- legge adottati) era stata disposta una generale domiciliazione presso l’avvocato di fiducia dell’imputato e di tutte le parti private.

Ultime News

Sponsorizzato

Articoli Correlati