Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Sposi e prete in manette: hanno violato il lockdown in Sudafrica

Una coppia non ha voluto rimandare il grande giorno ma la loro festa di matrimonio è terminata in carcere.
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

In Sudafrica sotto lockdown per arginare l’epidemia di Covid-19, una coppia non ha voluto rimandare il grande giorno ma la loro festa di matrimonio e’ terminata in carcere. E’ successo a Hiabisa, nella provincia del KwaZulu Natal, dove la sposa e lo sposo, assieme al prete e ad una cinquantina di invitati sono finiti in manette per aver violato il confinamento in vigore nel Paese da due settimane.

Lo riferisce il quotidiano locale ‘News 24′, pubblicando l’immagine della sposa con tradizionale vestito bianco e strascico portata via nel veicolo della polizia, poi ampiamente rilanciata sui social. Una scena degna da un copione cinematografico quella dell’irruzione delle forze di polizia durante i festeggiamenti, per procedere all’arresto della coppia di neo sposi, del pastore e di tutti i partecipanti, che si erano riuniti numerosi nonostante il divieto. Ora si trovano tutti in cella, in un commissariato nei pressi di Richards Bay, in attesa di comparire davanti ai giudici in giornata. In Sudafrica, tra i Paesi piu’ colpiti del continente con almeno 1.655 casi confermati e 11 morti, il governo ha decretato un lockdown molto restrittivo per un periodo iniziale di 21 giorni.

Ultime News

Articoli Correlati