Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Borse giù, spread su. Il virus ora attacca l’economia

Piazza affari alle prese con il lunedì nero. E il prezzo del petrolio crolla
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Lo Spread che schizza a 216 punti  – venerdì era a 178 -, la borsa di Milano che vive il lunedì più nero e il prezzo del greggio che crolla in verticale. Insomma, il coronaviorus sembra aver “infettato” anche l’economia

BORSA
L’ondata di vendite che si è riversata su Piazza Affari all’apertura della settimana di contrattazioni, dopo le nuove disposizioni del governo per fermare i contagi da Coronavirus, non fa aprire le contrattazioni alla Borsa di Milano. Sul Ftse Mib, infatti, solo Recordati ha aperto a -8% ed e’ stata subito sospesa, mentre gli altri 39 titoli non fanno prezzo.

PETROLIO
Il mancato accordo tra Opec e Opec+ e la posizione dell’Arabia Saudita spinge Goldman Sachs a rivedere le sue stime sul prezzo del Petrolio: “Stiamo tagliando le nostre previsioni per il secondo e terzo trimestre e riteniamo che il Brent possa arrivare ad essere scambiato a 30 dollari al barile, con cali significativi fino a 20 dollari”. In un report, Goldman si dice del parere che l’accordo Opec e Opec+ fosse comunque sbilanciato, e i tagli alla produzione previsti assolutamente infondati. Sia come sia, non ritiene che “nessun accordo di questo tipo” venga raggiunto nei prossimi mesi, con un inevitabile crollo del prezzo dell”oro nero’.

Ultime News

Articoli Correlati