Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Coronavirus, la Lombardia attacca Conte: «Un ignorante che non sa di cosa parla»

L'assessore al welfare Giulio Gallera accusa il Presidente del Consiglio di scaricare sulla regione la responsabilità dei contagi: «Da lui attacchi ignobili»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Il Coronavirus sta stressando anche la politica, con un balletto incrociato di accuse tra gli schieramenti. Al premier Conte, che aveva attribuito l’esplosione di contagi nel nord italia a una falla di un ospedale lombardo, rispondono duramente i vertici della regione amministrata dal centrodestra:  «Noi veniamo in maniera ignobile attaccati da un presidente del Consiglio che, non sapendo di cosa parla, dice che noi non seguiamo i protocolli, quando Regione Lombardia i protocolli non solo contribuisce a livello nazionale a realizzarli, ma li segue in maniera puntuale». Queste le dichiarazioni di fuoco di Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia che è intervenuto nel programma Agorà di Rai Tre.

Gallera, sempre nella sintesi dell’intervista diffusa dalla trasmissione Rai, parla di «una dichiarazione inaccettabile, da una persona ignorante, perchè ignora assolutamente quali erano e sono i protocolli definiti dall’Istituto superiore di sanità. Noi abbiamo seguito pedissequamente ciò che era stato determinato dall’Iss e le linee guide del ministero».

«Ormai sta emergendo la totale incapacità del governo di gestire qualcosa che loro dovevano prevedere – aggiunge l’assessore lombardo – il problema è che il presidente del Consiglio non conosce i protocolli e getta la palla in tribuna per coprire delle falle gigantesche di un sistema di Protezione civile nazionale che non sta dando alcun tipo di risposte ai problemi organizzativi e gestionali che avrebbero dovuto prevedere e predisporre».

Quanto al rapporto con il ministro Speranza, Gallera assicura: è «eccellente, eccezionale ed è per questo che sono stupito. Il ministrosi è messo a disposizione, ci è stato vicino e non ci ha davvero mai criticato. Anzi. E poi siamo in rapporto con tutte le regioni del nord colpite, Emilia compresa. Non capisco perché qualcuno voglia soffiare sul fuoco».

Ultime News

Articoli Correlati