Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

È morto Giovanni, il calciatore che aveva scelto il coma farmacologico

Nei giorni scorsi aveva annunciato la sua decisione: la sedazione profonda contro un dolore insopportabile
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Si è spento Giovanni Custodero, il 27enne portiere del Fasano di calcio a 5. Nei giorni scorsi il giovane calciatore pugliese, malato di sarcoma osseo dal 2017, stremato dal dolore, aveva annunciato su Facebook di aver scelto di farsi sedare. «Eccoci arrivati alla battaglia finale, siamo io e lui, uno dinanzi all’altro… ed io lo guardo in faccia.. capisco che è forte dell’energia con la quale l’ho nutrito in questi anni, mentre io sono ormai stanco», aveva scritto Custodero sui social. «Ho deciso che non posso continuare a far prevalere il dolore fisico e la sofferenza su ciò che il destino ha in serbo per me. Ho deciso di trascorrere le feste lontano dai social ma accanto alle persone per me più importanti. Però, ora che le feste sono finite, ed insieme a loro anche l’ultimo granello di forza che mi restava, ho deciso che non posso continuare a far prevalere il dolore fisico e la sofferenza su ciò che il destino ha in serbo per me». Aveva scelto di raccontare la propria malattia sui social, diventando un simbolo per chi lotta contro il tumore. «Spero di essere stato d’aiuto a molte persone. Per questo voglio per l’ultima volta ringraziarvi per ciò che siete stati, siete e sarete sempre: la mia forza», ha scritto infatti prima di entrare in coma farmacologico.

Ultime News

Articoli Correlati