Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Social oscurati per Casa Pound e Forza Nuova. Facebook: Incitano all’odio

Facebook e Instagram oscurano tutta la galassia di pagine social che fanno riferimento a Casa Pound e Forza Nuova. Secondo l'azienda di Zuckberg le organizzazioni neofasciste incitano all'odio e perciò è stata presa questa decisione.
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Stretto giro di vite sugli account social delle organizzazioni fasciste Casa Pound e Forza Nuova. Le due formazioni spariscono, almeno per il momento, da Facebook e Intagram. Oscurati dunque profili ufficiali di responsabili nazionali e locali insieme a quelli degli eletti in alcune città italiane.

Nel mirino sono finiti anche i siti dei leader Gianluca Iannone e Roberto Fiore. Un’iniziativa significativa visto il numero di follower complessivo. Ma è stata la stessa Facebook a rendere noto il perchè di questa azione: « Le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano gli altri sulla base di chi sono non trovano posto su Facebook e Instagram. Candidati e partiti politici, così come tutti gli individui e le organizzazioni presenti su Facebook e Instagram, devono rispettare queste regole, indipendentemente dalla loro ideologia».

Le pagine oscurate dunque violano proprio questi standard e «non potranno più essere presenti su Facebook o Instagram» ha spiegato un portavoce dell’azienda di Mark Zuckberg. I criteri che portano a una decisione come questa si basano su un’analisi dei contenuti pubblicati e se in questi vi è traccia di violenza “sulla base di fattori come la razza, l’etnia, la personalità”.

La reazione delle organizzazioni di estrema destra è arrivata immediata: «ci cancellano perché eravamo in piazza contro il governo» -afferma Casapound -«Si tratta di un attacco senza precedenti… Stanno chiudendo tutti i profili, provinciali, regionali, nazionali e quelli ufficiali, sia del movimento che del blocco studentesco … Stanno arrivando le notifiche a tutti, anche ai responsabili del Primato Nazionale. Una situazione che rispecchia la situazione attuale del governo della poltrona. Intenteremo una class action urgente contro un atto di una prevaricazione vergognosa».

Ultime News

Articoli Correlati