Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Il premier: «Conta chi lavora per il bene del Paese e non il colore politico»

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte interviene sulla crisi del governo e apre ad alcune possibilità che fanno presagire un suo protagonismo nei prossimi mesi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Nel bel mezzo della crisi di governo, il suo governo, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sceglie il Sud, sceglie la sua terra per rinfrescare le idee e ricaricare le batterie.

E forse sarà il caldo abbraccio della sua gente a convincerlo che sì: un nuovo governo con una nuova maggioranza è possibile.

E così si è lasciato andare a considerazione che qualche malizioso potrebbe interpretate come una nuova disponibilità a continuare il governo : «Conta chi lavora nell’interesse del Paese, non conta il colore politico. Conta chi hai di fronte e vuole lavorare per rappresentare la sua comunità», ha infatti detto il presidente del Consiglio a Foggia.

E se davvero fosse una nuova disponibilità ad andare avanti, magari con una maggioranza composta da 5Stelle e dem, Conte deve averla pensata prima delle dichiarazioni di Matteo Renzi: «La presidenza Conte è una delle più insignificanti della storia della Repubblica, io l’ho chiamato vice dei suoi vice.

Insomma, l’ipotesi di un nuovo governo Conte trova già decisi oppositori.

 

Ultime News

Articoli Correlati