Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

La nave anti-migranti fermata per traffico di migranti

Arrestati a Cipro il capitano e il proprietario della C-Star, il battello identitario dell'estrema destra: a bordo una ventina di persone di origine tamil che avevano pagato migliaia di dollari
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Sembra una gag dei Monty Python, ma è tutto vero. Grottesco e misero, come tutta la vicenda del battello identitario e dell’armata Brancaleone neo razzista che voleva contrastare le Ong per difendere la nazione e la razza italiana.  Il capitano della C-Star, la nave presa in affitto da gruppi identitari di estrema destra per ostacolare le attività di soccorso dei migranti in mare da parte delle Ong attive nel Mediterraneo è stato arrestato per falsificazione di documenti e per…traffico di migranti. Lo conferma al Telegraph un reporter del Kibris Postasi a Cipro nord precisando che il capitano e il suo vice sarebbero stati arrestati a Famagosta con l’accusa formale di falsificazione di documenti. Controllando lo scafo del battello le autorità cipriote hanno trovato una ventina di persone di origine tamil, alcuni dei quali hanno dichiarato di aver pagato diverse migliaia di dollari per il passaggio verso l’Europa: i tamil hanno poi avanzato richiesta di asilo.

La missione di Defend Europe ha incontrato ostacoli fin da suo inizio: l’imbarcazione presa in affitto a Gibuti era stata fermata per essere ispezionata dalle autorità egiziane prima di attraversare il canale di Suez, poi ha proseguito per il porto di Famagosta per fare rifornimento e cambiare parte dell’equipaggio, ma una volta sbarcati, una parte dei marinai avrebbe presentato richiesta di asilo, dando il via ad un’inchiesta dell’immigrazione e al fermo del capitano.

Ultime News

Articoli Correlati