Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Le eccellenze marchigiane in vetrina a Milano ad Artigiano in fiera

Dal 3 all’11 dicembre la ventiseiesima edizione
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Milano, 23 nov. (Adnkronos/Labitalia) – Le eccellenze delle Marche si mettono in vetrina alla ventiseiesima edizione di Artigiano in Fiera, in programma dal 3 all’11 dicembre a Fieramilano (Rho), tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.30. La più grande manifestazione internazionale dedicata alla micro impresa diventa anche quest’anno un palcoscenico unico per aziende e prodotti dell’area marchigiana.
In particolare, sono 32 gli attori del territorio che, grazie al sostegno della Regione Marche-assessorato alle Attività produttive, si presenteranno per nove giorni alla kermesse milanese. Il pubblico potrà scoprire alcuni dei prodotti tipici del territorio, a partire dal comparto agroalimentare (tartufi freschi e conservati, pasta e birre artigianali, vini, confetture, carciofini di Montelupone, ragù di razza Marchigiana da vitellone bianco dell’Appennino Centrale Igp, legumi, sott’oli).
Sulla ribalta ci saranno anche eccellenze artigiane come gli accessori in pelle, le calzature originali e cappelli del distretto fermano, gioielli in oro e argento, ceramiche. E ancora: regali originali per Natale tra addobbi, creazioni in vetro e idee naturali con una gamma di prodotti per la cura della persona, macchine da caffè portatili. Immancabili le tipiche olive, i cremini all’Ascolana, la crescia, i formaggi e i salumi tipici che troveranno ‘casa’ in uno dei 18 luoghi del gusto previsti in Artigiano in Fiera.
“Artigiano in Fiera – racconta il presidente di Ge.Fi. Gestione Fiere Spa, Antonio Intiglietta – è il luogo della valorizzazione dell’economia incentrata sulla persona e sul territorio. Con 2.350 artigiani, 510 dei quali nuovi, provenienti da 84 Paesi del mondo, il nostro evento si conferma la più grande rappresentazione di culture, la destinazione ideale per chi sceglie di sostenere la vera economia a dimensione umana, la vetrina dell’economia reale. I nostri visitatori possono compiere un vero ‘giro del mondo in unico luogo’ alla scoperta di regali originali e prodotti unici e naturali”.
“Il valore dell’artigianato per l’economia – sottolinea l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Marche, Andrea Maria Antonini – è indiscutibile, di più è fondamentale in una terra come le Marche, ricche di tradizioni artigiane che hanno dato vita ad imprese di livello internazionale. Vogliamo custodire questo valore come prezioso patrimonio, ma anche come veicolo di innovazione e ricerca che sempre nella nostra regione ha saputo coniugarsi alla tradizione e alla creatività. Valorizzare e promuovere il nostro artigianato come in questa importante vetrina equivale a promuovere il made in Italy e il made in Marche che da sempre ci proietta e ci fa conoscere nei mercati internazionali”.
“Senza dimenticare le difficoltà attuali, c’è il preciso impegno della Regione a proseguire un percorso di agevolazioni e sostegno alle imprese artigiane, ben consapevoli che l’artigianato costituisce un volano imprescindibile per l’economia dei territori che questa amministrazione regionale sta mettendo al centro di misure e azioni integrate e interdisciplinari. Da sempre il ‘saper fare’ marchigiano è sinonimo di qualità e siamo sicuri che anche in questa 26esima edizione i visitatori e gli addetti ai lavori sapranno cogliere questa riconosciuta peculiarità nei prodotti delle 32 imprese presenti”, conclude.

Ultime News

Articoli Correlati