Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Zaporizhzhia, la missione Aiea arriva alla centrale. Kiev: «Mosca attacca per dare la colpa a noi»

La missione è in arrivo nella centrale ucraina. Il direttore generale dell’Agenzia Grossi: «Abbiamo deciso di non fermarci»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

La missione dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) è arrivata alla centrale nucleare di Zaporizhzhia a Energodar, occupata dalla Russia. Lo ha riferito il servizio stampa di Energoatom.

La città è rimasta senza elettricità e le comunicazioni telefoniche mobili hanno smesso di funzionare. Secondo il membro del consiglio principale dell’amministrazione filorussa della regione di Zaporizhzhia, Vladimir Rogov, l’alimentazione è stata interrotta a causa dei bombardamenti delle truppe ucraine. «La Russia colpisce in modo dimostrativo Energodar, lungo il percorso ufficiale della missione dell’Aiea, per dare la colpa all’Ucraina. Case sono state distrutte. Questa è una dimostrazione del reale “interesse” della Federazione russa per l’ispezione. Questa è l’ennesima prova delle “garanzie” russe per qualsiasi intermediario», scrive su Twitter, Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

«Siamo consapevoli della situazione attuale. C’è stato un aumento delle attività militari, anche questa mattina. Sono stato aggiornato dal comando militare ucraino in merito ai rischi. Abbiamo soppesato i pro e i contro. Abbiamo deciso di non fermarci e di andare avanti», ha detto il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea), Rafael Grossi ai giornalisti.

 

Ultime News

Sponsorizzato

Articoli Correlati