Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Gazprom: stop alle forniture di gas all’Europa

Gas Russia Gazprom Germania
Il team dell’Aiea lascia Kiev per raggiungere la centrale nucleare di Zaporizhzhia: «Passeremo lì giorni»
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Le forniture di gas dalla Russia all’Europa tramite il gasdotto Nord Stream sono state completamente interrotte per tre giorni, come preannunciato da Gazprom, per consentire l’inizio delle riparazioni dell’unica unità di compressione del rimasta in funzione presso la stazione di Portovaya. Lo riporta la Tass che riferisce le comunicazioni fornite dagli operatori tedeschi di gasdotti Opal e Nel. Il flusso di gas attraverso il Nord Stream nel punto di ricezione nel Greifswald tedesco si è completamente interrotto dalle 04 ora di Mosca di mercoledì. Anche i dati di Nord Stream AG, l’operatore di Nord Stream, confermano il calo a zero del pompaggio di gas.

Nel frattempo gli esperti dell’Aiea hanno lasciato Kiev per raggiungere la centrale nucleare di Zaporizhzhia, occupata dai russi nel sud dell’Ucraina, a circa 450 chilometri dalla capitale ucraina. «Passeremo lì qualche giorno», ha detto il capo dell’Aiea e della missione, Rafael Grossi, prima di lasciare Kiev con la speranza di colloqui con lo staff ucraino dell’impianto durante la visita. «Stiamo andando in un territorio occupato e questo richiede garanzie esplicite, non solo da parte russa», ma anche ucraina, ha detto, prima della partenza su un convoglio di dieci mezzi bianchi con le insegne Onu.

 

 

Ultime News

Articoli Correlati