Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Letta conquista anche Bonelli e Fratoianni: ecco la ripartizione dei collegi

Letta Fratoianni Bonelli accordo
Sui seggi uninominali l'accordo raggiunto dal Pd con Verdi e Si è 80% (Pd) e 20% (Verdi-Si)
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

«E’ stato raggiunto un accordo elettorale fra Pd, VErdi e Si». L’annuncio arriva in conferenza stampa del segretario del Pd, Enrico Letta, con il segretario di Sinistra italiana, Nicola Fratoianni e il co-portavoce dei Verdi, Angelo Bonelli. «Sono contento di questo accordo elettorale, necessario a nostro avviso, perché questa legge elettorale obbliga a fare accordi, la solitudine è penalizzata» ha dichiarato il segretario del Pd, Enrico Letta.

Le dichiarazioni di Enrico Letta dopo l’accordo con Bonelli e Fratoianni

«Oggi sigliamo questo accordo elettorale, collegato allo spirito della legge elettorale, averne significa orientare l’esito del parlamento, la solitudine delle nostre forze politiche porterebbe a una maggioranza a trazione delle destre» ha aggiunto il segretario del Pd, Enrico Letta. “Bisogna portare avanti anche l’intesa con Azione e +Europa” ha ribadito Enrico Letta nel corso della conferenza stampa che ha fatto seguito all’intesa con Sinistra italiana e Verdi.

Il commento di Angelo Bonelli

«Il senso di responsabilità prevalga sulle altre considerazioni nei prossimi giorni di campagna elettorale» ha evidenziato il segretario del Partito democratico, Enrico Letta, in conferenza stampa con il segretario di Sinistra italiana, Nicola Fratoianni e il co-portavoce dei Verdi, Angelo Bonelli. Letta ha parlato di «accordi separati ma compatibili: un patto elettorale e un accordo elettorale oggi», riferendosi a quelli con Azione e all’odierno con Sinistra italiana e Verdi. «Questa intesa è compatibile con quanto negoziato martedì scorso».

Accordo tra Letta, Bonelli e Fratoianni: la ripartizione dei collegi

Sui seggi uninominali l’accordo raggiunto dal Partito democratico con Verdi e Sinistra italiana è 80% (Partito democratico) e 20% (Verdi-Sinistra italiana). Regalare seggi a questa destra estrema non è accettabile, rispetto a ciò che sappiamo potrebbero fare. Costruire un fronte ampio, pur con le differenze che conosciamo, è dirimente” ha spiegato il co-portavoce dei Verdi, Angelo Bonelli, in conferenza stampa con il segretario di Sinistra italiana, Nicola Fratoianni e il segretario del Partito democratico, Enrico Letta.

Sinistra italiana, la grinta di Fratoianni

«Ricordare le differenze significa rendere più forte e significativa la capacità di misurare le differenze ma anche la necessità di una convergenza in questa campagna elettorale. Ci presenteremo agli italiani con parole chiare, ciascuno col proprio programma e la propria leadership, con le proprie idee» ha affermato il segretario di Sinistra italiana Nicola Fratoianni. «Insieme ci batteremo, ognuno con le proprie forze, per evitare che la destra governi il governo del Paese».

Ultime News

Articoli Correlati