Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Navalny trasferito in massima sicurezza. L’allarme: “Nessuno sa dove sia”

Navalny
L'oppositore russo si trova in una prigione sconosciuta: lo fa sapere la sua legale, che non era stata informata del trasferimento
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

L’oppositore russo Alexei Navalny è stato trasferito in un carcere di massima sicurezza dal centro detentivo di Pokrov in cui si trovava da febbraio del 2021, a seguito dell’entrata in vigore della sentenza a suo carico nell’ambito del caso di frode per il quale è stato condannato a marzo. Lo ha annunciato all’agenzia Tass la sua legale, Olga Mikhailova, che ha riferito che le è stato comunicato oggi, che non era stata avvertita in anticipo, ma che non è stato precisato in quale prigione Navalny si trovi.

«C’erano rumors che sarebbe stato trasferito nel carcere di massima sicurezza IK-6 Melekhovo, ma è impossibile sapere quando e se effettivamente sia arrivato lì», ha scritto su Twitter la portavoce di Navalny, Kira Yarmysh. A fine marzo la Corte di Lefortovo, a Mosca, aveva condannato Navalny a 9 anni di detenzione in un carcere di massima sicurezza, ritenendolo colpevole di un nuovo caso di frode e di insulti a un giudice, accuse che Navalny e i suoi alleati definiscono politicamente motivate. Gli avvocati avevano presentato un ricorso, che è stato successivamente respinto dalla Corte municipale di Mosca.

Ultime News

Articoli Correlati