Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Bufera su Boris Johnson: nel mirino i party di Natale a Downing street

Boris Johnson
Il primo ministro inglese sotto accusa per le feste di Natale durante il lockdown del 2020. L’ultima goccia è oggi un video pubblicato dal Daily Mail
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Boris Johnson è sempre più sotto accusa per la sua «cultura di disprezzo delle regole». L’ultima goccia è oggi un video pubblicato dal Daily Mail, in cui si vede il premier britannico partecipare l’anno scorso ad un quiz natalizio online con lo staff, mentre il resto del paese era sottoposto a rigide misure anti covid. Negli ultimi giorni è stata aperta una inchiesta su diversi party di Natale a Downing street nel 2020.

L’immagine mostra il premier alla sua scrivania, con accanto due collaboratori. Per quanto distanziati, nessuno porta la mascherina. Uno si è drappeggiato attorno al collo una decorazione natalizia, l’altra indossa un cappellino di Natale. Secondo una fonte del giornale, il video risale al 15 dicembre 2020, quando è stato organizzato un quiz festivo. I membri dello staff presenti a Downing street avrebbero partecipato accalcandosi attorno ai computer, bevendo alcool e consultandosi sulle risposte. Johnson ha fatto una sorpresa, svolgendo il ruolo di ’quiz master’ per 10-15 minuti. Downing street ha poi ammesso che Johnson ha «brevemente» preso parte al quiz in maniera «virtuale».

Ma intanto l’opposizione laburista è scatenata. «Boris Johnson crede che ci siano regole per lui e regole per tutti gli altri. È un uomo inadatto a governare», ha detto la numero due del partito laburista Angela Rayner, accusando Johnson di alimentare «una cultura di disprezzo delle regole in seno al governo». In quei giorni in Gran Bretagna erano vietati party di Natale e a Londra non si potevano incontrare in casa persone estranee al nucleo famigliare, mentre all’aperto il tetto massimo per gli incontri era di sei persone.

Ultime News

Articoli Correlati