Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Processo all’ex segretaria del campo nazista, la 96enne non risponde in aula

La donna si è presentata oggi in Tribunale dopo aver tentato la fuga alla prima udienza dello scorso 30 settembre. E' accusata di complicità nello sterminio di 11mila prigionieri
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

La 96enne sotto processo in Germania per crimini nazisti ha scelto di tacere in aula. Il processo a suo carico si è riaperto oggi, dopo che l’anziana non si era presentata alla prima udienza dello scorso 30 settembre tentando la fuga. Entrata in tribunale su una sedie a rotelle, con il volto coperto dalla mascherina anti covid e da un ampio fazzoletto sul capo, Irmgard F. non ha risposto a nessuna domanda del giudice, secondo quanto confermato dal suo avvocato, Wolf Moketin.

Ex segretaria del direttore del lager di Stutthof, nella Polonia occupata dai nazisti, l’anziana è accusata di complicità nello sterminio di 11mila detenuti del campo. Stutthof è stato il primo campo di concentramento aperto dai nazisti fuori dalla Germania e l’ultimo ad essere liberato, da forze russe, nel maggio 1945. Vi sono morte 65milapersone.

Il 30 settembre, Irmgard F . non si era presentata in aula all’apertura del processo: l’anziana era fuggita di casa la mattina in cui si è aperto il processo. Ritrovata poche ore dopo dalla polizia mentre vagava per le strade di Amburgo, è stata quindi trattenuta in carcere per cinque giorni e poi messa in libertà condizionata.

 

Ultime News

Articoli Correlati