Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Allarme incendi, massima allerta in Calabria. In arrivo caldo record

Draghi firma il Dpcm con la dichiarazione dello stato di mobilitazione nazionale del Sistema di Protezione Civile
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Ennesima giornata drammatica sul fronte degli incendi nel centro-sud dell’Italia. Le alte temperature e i venti forti rendono complicato il lavoro di chi deve spegnere i roghi. In provincia di Reggio Calabria la situazione continua a essere preoccupante. Il fronte del fuoco su San Luca, nella Locride, avanza ed è molto vicino alle Foreste Vetuste nel Parco Nazionale dell’Aspromonte, da poco inserite nel patrimonio Unesco. È in corso una mobilitazione massiccia di uomini e mezzi, con tantissimi volontari e l’impegno della Flotta aerea dello Stato e delle squadre di terra nella lotta agli incendi boschivi. Ad oggi sono oltre 900 le richieste di concorso aereo giunte al Centro Operativo Aereo Unificato (Coau) del Dipartimento.

In queste ore l’attenzione massima è sulla Calabria, la cui situazione complessa ha portato la Regione ad avanzare una richiesta di supporto. Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato poco fa il Dpcm con la dichiarazione dello stato di mobilitazione nazionale del Sistema di Protezione Civile. Situazione critica pure nell’area Grecanica. Oggi è tornato a bruciare il Vesuvio. A Torre del Greco (Napoli) le fiamme hanno prima avvolto alcune sterpaglie in via Ruggiero, poi spinte dal vento hanno coinvolto ampie zone di macchia mediterranea, pino e oleandri. Poi, spinte dal vento e dalle alte temperature di questi giorni, hanno circondato due abitazioni che sono state evacuate. Un altro incendio che desta preoccupazione è segnalato in Toscana, in località il Colle nel comune di Quarrata (Pistoia).

Le previsioni meteo dei prossimi giorni non annunciano nulla di buono tanto che è lo stesso Capo Dipartimento Protezione Civile, Fabrizio Curcio, a lanciare l’allarme: «Il nostro Paese sarà interessato da temperature molto elevate condizione che faciliterà la propagazione di incendi boschivi su tutto il territorio. A partire da oggi le temperature subiranno un aumento su tutto il Centro-Sud, raggiungendo valori elevati nelle giornate di martedì 10 e mercoledì 11 agosto. In queste due giornate le località interne della Sicilia e della Sardegna registreranno valori prossimi ai 45 C».

Curcio ha ricordato che «sul fronte della lotta agli incendi boschivi abbiamo alle spalle giornate impegnative e drammatiche e le temperature che ci attendiamo nei prossimi giorni ci impongono la massima attenzione. Il Dipartimento, assieme a tutto il Servizio Nazionale e la flotta di Stato sono al lavoro senza sosta per contenere i roghi che stanno interessando il Centro-Sud. Squadre a terra e canadair sono, anche oggi, fortemente impegnati in Calabria, regione dove purtroppo nei giorni scorsi abbiamo registrato due vittime. Non faremo mancare il nostro supporto alle regioni maggiormente colpite da questi eventi e come sempre chiediamo ai cittadini la massima collaborazione e cautela. È fondamentale evitare ogni comportamento che possa generare incendi – ha concluso Curcio – e segnalare tempestivamente anche roghi di piccola entità».

 

 

Ultime News

Articoli Correlati