Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Tokyo 2020, imprese di Jacobs e Tamberi: l’Italia conquista due medaglie d’oro

Alle olimpiadi di Tokyo Marcell Jacobs vince l'oro nei 100 metri con il tempo di 9.80. Oro anche per Gianmarco Tamberi nel salto in alto a pari merito con Barshim
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Marcell Jacobs da leggenda, vince l’oro nei 100 metri con il tempo di 9.80. Stessa medaglia conquistata da Gianmarco Tamberi nel salto in alto a pari merito con Barshim. Salgono così a 27 le medaglie azzurre a Tokyo. «Vedere Tamberi mi ha gasato un sacco. Sono la persona più felice al mondo in questo momento»,  ha detto Marcell Jacobs,dopo aver vinto la medaglia d’oro nei cento metri alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi sono nella leggenda dello sport italiano con due imprese leggendarie. Grand’Italia alle Olimpiadi di Tokyo dove in poco più di dieci minuti Marcell e Gimbo, si sono laureaticampioni olimpici rispettivamente nei 100 metri e nel salto inalto. Per Jacobs una cavalcata verso la conquista dell’oro a cinque cerchi durata 9,80, crono andato a migliorare quanto aveva già fatto in semifinale correndo in 9,84. Il 9,80 è anche il nuovo record europeo. Per Tamberi una gara più lunga ma perfetta vinta a quote molto elevate, 2,37 misura saltata anche dal qatarino Mutaz Barshim.

«Questa è storia! Sembrava impossibile ed invece è tutto vero! Grazie ragazzi! L’Italia è in festa per voi. È davvero una estate italiana! Complimenti Marcel, Gimbo ed anche alla Fidal». Così su Twitter Valentina Vezzali, sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport dopo i risultati di Jacobs e Tamberi. «È una di quelle cose che da sole vale una vita di passione e sacrifici, di questi ragazzi. Dopo giorni molto belli, meno per gli ori, è stato premiato quello che si sta facendo». Lo ha detto Giovanni Malagò, presidente del Coni, commentando le medaglie d’oro di Marcell Jacobs nei 100 metri e di Gianmarco Tamberi nel salto in alto. «Sono molto felice per l’atletica italiana, abbiamo l’uomo più veloce e quello che salta di più al mondo. Complimenti a Marcell e Jimbo, hanno reso orgogliosi tutti gli italiani. La Torre merita un monumento», ha aggiunto ai microfoni della Rai.

Ultime News

Articoli Correlati