Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Hai un libro nel cassetto? Togliti il “Dubbio”

Fino al 25 luglio 2021 sono aperte le iscrizioni alla I edizione del concorso letterario del Dubbio “Premio Letteratura per la Giustizia”. Ecco le istruzioni per partecipare
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Hai sempre voluto pubblicare un libro ma non hai mai trovato il coraggio? Se hai un manoscritto nel cassetto e un pizzico di dimestichezza con il mondo della giustizia, fai al caso nostro!

Fino al 25 luglio 2021 sono aperte le iscrizioni alla I edizione del concorso letterario del Dubbio “Premio Letteratura per la Giustizia”. Il bando, indetto dal nostro quotidiano insieme al Consiglio Nazionale Forense (Cnf) e alla Fondazione dell’Avvocatura Italiana (Fai), è rivolto a tutti gli aspiranti scrittori che vogliano cimentarsi con opere dedicate ai temi del diritto e dei diritti. Le opere potranno ispirarsi ai valori che da sempre contraddistinguono la nostra linea editoriale orientata ai principi del garantismo: dai grandi temi della giustizia, alla vita ordinaria nei Tribunali, passando per l’attenzione riservata all’universo penitenziario. La condizione per partecipare? Che l’autore detenga i diritti della sua opera e abbia voglia di condividerla con noi.

Ogni candidato potrà concorrere per tre categorie in base al genere del testo: romanzo/raccolta di racconti; racconto breve; poesia. La partecipazione al concorso è gratuita eccetto un contributo spese organizzative di € 20,00 da versare a mezzo bonifico sul conto corrente indicato nel bando. Gli autori che desiderano concorrere dovranno far pervenire alla redazione de Il Dubbio – all’indirizzo email: [email protected] – entro e non oltre il 25 luglio 2021 il testo in formato elettronico (pdf), specificando che l’opera concorre al Premio Letteratura per la Giustizia. L’esame delle opere sarà affidato a un Comitato di Lettura composto da membri della redazione de Il Dubbio, rappresentanti della Fondazione dell’Avvocatura Italiana e un personaggio di spicco della scena culturale e letteraria nazionale. Il Comitato sarà composto da un numero massimo di 15 membri che, in totale autonomia e a loro insindacabile giudizio, sceglieranno fino ad un massimo di tre opere che considereranno le migliori per ciascuna categoria.

L’esame delle opere finaliste – affidata ad una Giuria composta da un Autore affermato, il direttore de Il Dubbio, un componente del Comitato Direttivo della Fondazione dell’Avvocatura Italiana, un giornalista ed un esperto in concorsi letterari – avverrà entro e non oltre il 30 settembre 2021, mentre la cerimonia di premiazione è prevista per il periodo dal 14 al 18 ottobre 2021, in occasione del Salone del Libro di Torino. Clicca qui per consultare il regolamento completo. Ti aspettiamo!

Ultime News

Articoli Correlati