Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Vaccini e proroga emergenza, l’Anm conosceva la “linea Cartabia”

Via libera ieri in Senato alla conversione del decreto voluto da Marta Cartabia su esame da avvocato
Lo riferiscono fonti di Via Arenula: in un colloquio con la ministra, il sindacato delle toghe aveva chiesto l'inserimento dei magistrati tra i soggetti da vaccinare con priorità, ma Cartabia aveva ribadito la linea del governo. Domani il decreto per prorogare la normativa emergenziale al 31 luglio
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Il tema delle vaccinazioni per gli operatori del comparto giustizia è stato uno degli argomenti al centro dell’incontro, svolto nei giorni scorsi, tra la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, e i vertici dell’Anm e già in quella occasione era stata esposta la linea del governo: procedere per classi di età. Lo riferiscono fonti del ministero della Giustizia, spiegando anche che l’Anm, in quella occasione, aveva chiesto quale fosse la posizione del governo sull’argomento e che la ministra Cartabia aveva, quindi, spiegato come, pur rappresentando la giustizia un servizio essenziale per il Paese, al fine di rispettare il principio di uguaglianza e di evitare una “competizione” tra le professioni, la linea del governo fosse quella di non procedere per categorie, ma per classi di età.

L’Anm quindi conosceva già la linea del governo sul piano vaccinale e sapeva che sarebbe stato prorogato lo stato di emergenza per l’attività giudiziaria. Nel prossimo decreto Covid, domani in Cdm, il termine sarà prorogato fino al 31 luglio il termine della legislazione vigente per l’emergenza negli uffici giudiziari, come da richiesta dell’Associazione nazionale magistrati.

Ultime News

Articoli Correlati