Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Nuova variante Covid in Gran Bretagna. Le autorità: circola più velocemente

variante omicron
Al momento non ci sono prove che causi un tasso di mortalità più elevato o che influenzi i vaccini, ma sono in corso lavori urgenti per confermarlo
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

La nuova variante del coronavirus Covid-19 individuata in Gran Bretagna si propaga più rapidamente del previsto, lo sostengono le autorità sanitarie britanniche che devono ancora stabilire se sia più letale della prima versione. L’annuncio arriva a ridosso della conferenza stampa in cui il premier britannico Boris Johnson potrebbe annunciare un’ulteriore stretta alle misure anti-Covid per il periodo di Natale a Londra e nel sud-est dell’Inghilterra. Il movimento delle persone può essere ulteriormente limitato in queste aree, secondo quanto riportato dai media britannici, poichè una nuova variante del virus è stata identificata nel sud-est. «Il New and Emerging Respiratory Virus Threat Advisory Group (Nervtag) ritiene che questo nuovo ceppo possa diffondersi più rapidamente», sostiene in una nota il Chief Medical Officer dell’Inghilterra, Chris Whitty, che affiancherà Johnson in conferenza stampa.

«Al momento non ci sono prove che questo nuovo ceppo causi un tasso di mortalità più elevato o che influenzi i vaccini e le terapie, ma sono in corso lavori urgenti per confermarlo», ha continuato. Il Regno Unito ha informato l’Organizzazione Mondiale della Sanità della più rapida diffusione di questa variante. Mutazioni precedenti della SARS-CoV-2 sono già state osservate e segnalate in tutto il mondo. In totale, circa 38 milioni di persone in Inghilterra, ovvero il 68 per cento della popolazione, vivono già in una zona di «massima allerta», il livello più severo di restrizioni che comporta la chiusura di pub, ristoranti e musei, nonché il divieto di mescolarsi tra le mura domestiche con eccezioni. Il Regno Unito, il Paese più colpito in Europa insieme all’Italia, con oltre 66.500 morti, ha lanciato l’8 dicembre una massiccia campagna di vaccinazione, rivolta soprattutto agli anziani e a chi si prende cura di loro. Dopo il vaccino Pfizer-BioNTech, la British Medicines Agency (MHRA) dovrebbe approvare un secondo vaccino il 28 o 29 dicembre, quello sviluppato dal laboratorio AstraZeneca con l’Università di Oxford, secondo il quotidiano The Telegraph.Ant.

E da domani a Londra e al Sud-Est dell’Inghilterra saranno applicate nuove restrizioni per limitare la circolazione del Covid di livello 4, il lockdown più rigoroso simile a quello già introdotto a novembre: in pratica si dovrà rimanere il più possibile in casa e le attività commerciali non essenziali rimarranno chiuse. La misura è stata approvata per due settimane ma ci sarà un riesame il 30 dicembre. Il “Tier four” è stato annunciato dal premier Boris Johnson: «Quest’anno il Natale sarà molto diverso». Il premier ha precisato che restrizioni e livelli di chiusure saranno costantemente aggiornati nei prossimi giorni. Queste le principali limitazioni: – I residenti devono rimanere a casa, a parte limitate esenzioni. – I servizi non essenziali di vendita al dettaglio, le palestre e le strutture per il tempo libero al coperto e i servizi di assistenza alla persona devono chiudere. – Le persone devono lavorare da casa se possono, a meno che ciò non sia possibile, ad esempio nei settori manifatturiero ed edile. – Le persone non devono entrare o uscire dalle aree di livello 4. – I residenti non devono pernottare lontano da casa. – In uno spazio pubblico all’aperto è possibile incontrare solo una persona di un’altra famiglia. – Il culto religioso collettivo può continuare ad essere praticato nel rispetto delle norme di sicurezza.

Ultime News

Articoli Correlati