Il Dubbio di oggi

Il Dubbio del lunedì

Incidente in Aula per Giulia Bongiorno. «Chiederemo conto a Bonafede»

Una lastra di marmo di 50 kg è caduta sulla caviglia dell'avvocato del leader leghista durante l'udienza preliminare sul caso Gregoretti
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Piccolo incidente in Aula per Giulia Bongiorno durante l’udienza preliminare di Matteo Salvini per il caso Gregoretti. Una lastra di marmo di 50 chili – viene riferito – si è staccata dalla parete cadendo sulla gamba dell’avvocato del segretario leghista che è stata soccorsa da sanitari che le hanno portato del ghiaccio.

«Voglio raccontare una nota a margine davvero surreale: l’avvocato Bongiorno è entrata in Tribunale sulla sue gambe ed è uscita sulla sedia a rotelle perché in attesa che il giudice uscisse dalla camera di consiglio una lastra di marmo di 50 kg si è staccata dalla parete piombando sulla caviglia di Giulia Bongiorno, arrivata a metà tra la caviglia e il tendine. Ditemi voi se è normale», spiega il leader leghista durante la conferenza stampa a Catania. «Ovviamente la responsabilità non la do al Presidente del Tribunale – dice – chiedo al ministro Bonafede se è normale che in un tribunale si stacchino lastre di marmo sulle gambe degli avvocati presenti. Penso che si chiuderà un processo e se ne aprirà un altro». «L’immagine che diamo dell’Italia nel mondo è quantomeno particolare», ha detto.

Ultime News

Articoli Correlati